Il Paese

L'escursione sul territorio di Oira tocca i punti di maggior interesse artistico, storico e tradizionale.

Sono posti dei pannelli che chiariscono il percorso e descrivono brevemente i diversi punti di interesse e forniscono informazioni oltre alla cartina che permette quindi di partire da qualsiasi punto di Oira.

Partendo dal centro di Oira, dal parcheggio in via Val Formazza, dove si trova il pannello esplicativo e la cartina del percorso (1), si raggiunge nella Villa di mezzo la Chiesa di S. Mattia, l'Oratorio di S. Sebastiano e l'antica piazza (2).

Il percorso prosegue alla Villa Inferiore, nel borgo di Canova, che è di grande interesse architettonico e dove si trova un antico forno, recentemente restaurato (3).

Nella mulattiera per Preglia viene segnalato il passaggio dell'antica Via Francisca (4).

Il percorso continua nella località La Gera, dove si trova la Cappella della Madonna della Gera, al cui interno sono poste le lapidi dei caduti, poco distante il cimitero e il monumento del musicante (5).

Tornando sulla strada principale si può ammirare un'antica ghiacciaia (6). Il percorso prosegue sulla mulattiera e arriva al mulino e al Riale Tapin, lungo il cui corso sono presenti abbeveratoi e lavatoi (7). Salendo si raggiunge l'antico abitato della Villa Superiore (8). Scendendo si può vedere l'impianto della nuova latteria (9). Il percorso raggiunge la località Arzaloo, con la Cappella e la casa dei Picchi e nei pressi la marmitta glaciale (10). Nella Villa di mezzo si trovano l'antica latteria turnaria e la cantina di affinamento (11).

 

 

Pannello 0

 

Pannello 1

Pannello 2

Pannello 3

Pannello 4

Pannello 5

Pannello 6

Pannello 7

Pannello 8

Pannello 9