La Gera

Ha questo nome nella toponomastica locale la zona coltivata che giace lungo il rialetto che scende dalla montagna, detto Rio delle Capre, sulla sponda sinistra del quale si allarga il moderno Cimitero, mentre sull’altra compare una cappelletta, dedicata alla Madonna addolorata e detta anche Madonna della Gera.

È situata lungo la vecchia strada che, diramando dalla strada Francisca della valle, unisce Oira a Crevola. Il rialetto che scorre in quella località, sebbene per molto tempo dell’anno resti privo di acqua, ha in occasione delle piogge intensa attività, tantoché lungo i secoli ha accumulato nelle ricorrenti esondazioni una gran quantità di ghiaia (gera, nel vernacolo locale) e proprio per questo la località ha sortito il toponimo “Alla gera”.

Il toponimo è assai antico e lo ritroviamo ripetutamente anche negli atti notarili meno recenti ed in particolare nell’Estimo di Crevola del 1458, compilato dal notaio Giovanni della Silva.

Vi erano campi e vigne da molti secoli e solo recentemente sono apparse anche alcune abitazioni.

 

 

 

Pannello 0

 

Pannello 1

Pannello 2

Pannello 3

Pannello 4

Pannello 5

Pannello 6

Pannello 7

Pannello 8

Pannello 9